Queste poche righe, non vogliono raccontare la storia completa, ma solamente descrivere in maniera succinta l'evoluzione della massoneria liberale in Svizzera dalle origini, 

sino alla situazione attuale del Grande Oriente di Svizzera, anticamente Gran Loggia di Svizzera.

A partire dalla fine della seconda guerra mondiale, la Gran Loggia Svizzera Alpina si allineò sempre più all’ortodossia inglese e diverse pressioni pro-dogmatiche vi si accentuarono progressivamente.

Qualche Fratello, in opposizione alla subordinazione dell'Alpina a Londra, contattò il Grande Oriente di Francia al fine di costituire una Loggia di questa Obbedienza a Losanna. 

Nacque così nel 1955 la Loggia Lumière et Travail.

Nello stesso periodo, massoni olandesi, austriaci e svizzeri pensarono di raggruppare le Logge Liberali in una Gran Loggia di Europa. 

La consacrazione di questa Obbedienza ebbe luogo a Ginevra nel 1956. A seguito di ciò, alcuni Fratelli videro la possibilità di fondare una potenza massonica svizzera a carattere liberale. 

Sarà il Grande Oriente di Svizzera, fondato il 24 giugno 1959 e composto dalle tre Logge : Evolution e Anderson a Losanna, Zur Leuchtenden Flamme a Zurigo.

Un nuovo capitolo della massoneria liberale si aprì in seguito nel 1961, con la firma « dell'Appello di Strasburgo » dove il Grande Oriente di Svizzera fu una delle undici potenze massoniche fondatrici.

Dopo numerose peripezie legate alle relazioni tra la Gran Loggia Unita d'Inghilterra e l'Alpina, e le questioni di riconoscimento associate, alcuni Fratelli di Ginevra fondarono nel 1966, la Loggia Fidélité et Liberté.

La questione era se bisognasse concentrare le Logge Liberali al seno del Grande Oriente di Svizzera o creare una Gran Loggia di Svizzera su-scettibile di accogliere nuove officine desiderose di rompere con l'Alpina ? 

Sette Logge optarono per la seconda soluzione : il 24 giugno 1967, in presenza di più di 200 Fratelli di sette Obbedienze diverse, le tre Logge ginevrine Fidélité et Liberté, Apollonius de Tyane, Mozart et Voltaire 

alleate alle due Logge losannesi Evolution e Anderson e alle due Logge zurighesi Diethelm Lavater e Jean Gaspard Lavater, costituirono la Gran Loggia di Svizzera. 

Il Grande Oriente di Svizzera, dopo aver portato a termine la sua missione, sospese i lavori.

Dal 1967, la Gran Loggia di Svizzera, continuatrice della massoneria liberale, rappresentata sino al 1966 dal Grande Oriente di Svizzera, 

si consolida sul piano interno grazie all'apporto di nuove officine e all'esterno grazie al rafforzamento delle sue relazioni con le altre potenza massoniche liberali.

Composta da una ventina di Logge, la nostra Federazione, durante la sua crescita e adattamento al mondo moderno ha cambiato nome in Grande Oriente di Svizzera su decisione della Gran Loggia del novembre 1995.

Le ultime tappe del processo furono nel 1996, poi nel 2006 durante le Gran Logge annuali, quando le Logge adottarono le costituzioni e i regolamenti del Grande Oriente di Svizzera che conosciamo oggi.

Il Grande Oriente di Svizzera riconosce tutti i Riti massonici conformi alla definizione di Loggia Giusta e Perfetta dell'Appello di Strasburgo. 

Le Logge che lo compongono praticano esclusivamente i gradi della Massoneria simbolica.